×

Dettaglio del contributo

Home Contributi a fondo perduto LEGGE REGIONALE N. 34 DEL 22/11/04

Iscriviti alla newsletter

Scopri le ultime novità sui contributi a fondo perduto

ISCRIVITI

Leggi Anche

SCOPRI GLI ALTRI CONTRIBUTI
A FONDO PERDUTO

LEGGE REGIONALE N. 34 DEL 22/11/04

LEGGE REGIONALE N. 34 DEL 22/11/04

febbraio 28, 2020


La Regione Piemonte mette a disposizione delle imprese piemontesi finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto finalizzati ad incentivare gli investimenti per il mantenimento e lo sviluppo delle attività produttive.

L’agevolazione si compone di due misure di aiuto:
  • Misura A - Finanziamento a tasso agevolato per le spese ritenute ammissibili di cui:
    • 70% a tasso zero;
    • 30% a tasso convenzionato come da accordi tra istituto bancario e Finpiemonte S.p.A.
  • Misura B - Contributo a fondo perduto calcolato sulla quota di finanziamento del 70% a tasso zero, secondo le seguenti percentuali:
    • 10% per le micro imprese;
    • 8% per le piccole imprese;
    • 4% per le medie imprese;
    • le grandi imprese non possono richiedere la Misura B - contributo a fondo perduto.

Il finanziamento minimo richiedibile è pari ad € 25.000,00.

La presentazione della domanda deve essere effettuata al più presto (essendo il contributo soggetto ad esaurimento fondi) e comunque non oltre il 11/04/2020 per poter ottenere il beneficio delle due misure anche sul 30% delle spese già sostenute a partire dal 11/04/2019.
 
Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese principali:  
  • attrezzature, impianti e macchinari;
  • opere edili di ristrutturazione o realizzazione di impianti idrosanitari, elettrici, ecc.;
  • arredamenti, macchine d’ufficio, computer, software e licenze d’uso;
  • autocarri alimentati a carburante alternativo (i diesel sono parzialmente agevolati);
  • marchi, brevetti, licenze, certificazioni di prodotto non obbligatorie;
 
a cui si aggiungono le seguenti spese parametrate in percentuale alla somma delle spese principali:
  • acquisto e costruzione di immobili (fino al 100% delle spese principali);
  • avviamento d’azienda (fino al 35% delle spese principali);
  • consulenze, pubblicità e marketing, siti internet, fiere, locazioni di immobili, locazioni operative di beni e servizi, intermediazione immobiliare (fino al 25% delle spese principali);
  • scorte di materie prime, semilavorati, merci, ecc. (fino al 20% delle spese principali);
  • acqua, gas, elettricità, telefonia, manutenzioni ordinarie (fino al 5% delle spese principali).

I beni oggetto della domanda di contributo non devono essere alienati o ceduti per almeno tre anni dalla conclusione del progetto.
 
Requisiti per ottenere il contributo:
  • essere iscritti al registro delle imprese ed avere sede legale o unità locale attiva in Piemonte;
  • avere un codice Ateco ammesso al bando di contributo;
  • rientrare nella definizione di micro, piccola e media impresa. La grande impresa può solamente richiedere il finanziamento agevolato;
  • essere in possesso di DURC regolare;
  • l’importo del progetto di investimento non può essere inferiore ad € 25.000,00 e deve essere concluso entro e non oltre diciotto mesi dalla data di concessione del finanziamento;
  • le fatture devono essere pagate esclusivamente dal conto corrente su cui è stato erogato il finanziamento;
  • i beni oggetto del contributo possono essere anche usati (eccetto gli automezzi).
 
Lo studio rimane a disposizione per una valutazione gratuita del progetto e per l’eventuale istruttoria della domanda di contributo.

Vuoi maggiori informazioni? Siamo a tua disposizione !

Vuoi maggiori informazioni? Siamo a tua disposizione !

Iscriviti alla newsletter

Inserisci i tuoi dati per essere aggiornato su tutte le novità

   Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa riguardante il trattamento dei dati personali
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.